Scade domani la domanda per il sostegno e la tutela dei disabili “Dopo di Noi”

Di 24 Settembre, 2018 0 0

Pubblicato sul sito del comune lo schema di domanda per il sostegno e tutela dei disabili, ‘Dopo di noi’, diventato legge il 22 giugno 2016 per garantire il benessere, l’inclusione sociale e l’autonomia.

Il Fondo serve per incentivare la realizzazione di programmi innovativi di residenzialità, in particolare il co-housing, soluzione alloggiativa riservata a gruppi di disabili che possono convivere in piccole residenze con la necessaria assistenza socio-sanitaria e garantire la massima autonomia e indipendenza delle persone disabili, consentendogli per esempio di continuare a vivere nelle proprie case o in strutture gestite da associazioni ed evitando il ricorso all’assistenza sanitaria

Sono previsti sostegni anche a privati, enti e associazioni che decidono di stanziare risorse per i disabili.

Obiettivo principale è che ogni disabile sia al centro di un progetto individuale che garantisca il suo futuro, che dia tranquillità alle famiglie. Tra i provvedimenti concreti ci sono la detraibilità delle spese al momento della dichiarazione dei redditi per la stipula di polizze assicurative a tutela dei disabili gravi oltre ad esenzioni e agevolazioni fiscali per i beni conferiti in trust o gravati da vincoli di destinazione. È previsto in particolare l’esonero totale dal pagamento dell’imposta di successione e donazione, se la finalità del trasferimento (anche un testamento) è “l’inclusione sociale, la cura e l’assistenza delle persone con disabilità”.

Il ‘Dopo di noi’ stabilisce la creazione di un fondo per l’assistenza e il sostegno ai disabili privi dell’aiuto della famiglia e agevolazioni per privati, enti e associazioni che decidono di stanziare risorse a loro tutela. Sgravi fiscali, esenzioni e incentivi per la stipula di polizze assicurative, trust e su trasferimenti di beni e diritti post-mortem.

Il Fondo, si legge nell’articolo tre della legge n° 2232, è compartecipato da regioni, enti locali e organismi del terzo settore. Avrà una dotazione triennale di 90 milioni di euro per il 2016, 38,3 milioni per il 2017 e 56,1 milioni dal 2018.

Per la regione Abruzzo il fondo per il 2016 era di 1.980.000 euro, ridotti a 842.600 per il 2017.

Le agevolazioni fiscali previste dalla norma sono di due tipi: detrazioni sulle spese sostenute per sottoscrivere polizze assicurative e contratti a tutela dei disabili gravi. Esenzioni e sgravi su trasferimenti di beni dopo la morte dei familiari, costituzione di trust e altri strumenti di protezione legale. Dal 31 dicembre 2016 per i premi assicurativi sul «rischio di morte finalizzato alla tutela delle persone con disabilità grave accertata» l’importo scaricabile passa da 530 a 750 euro.

La domanda dovrà rendersi utilizzando il modello “A” corredata della documentazione richiesta (certificato L’104 art. 3 comma 3, documento d’identità del richiedente, Isee ordinario, dichiarazione resa ai sensi del DPR 445/2000 dei requisiti di cui alla lettera c), punto 3 dell’art. 1 dell’avviso e altra documentazione utile) e consegnata a mano, per raccomandata all’ufficio protocollo dell’ECAD, Comunità Montana Montagna Marsicana dell’Ambito Distrettuale Sociale n.2 Marsica o via pec montagna marsicana@pec.it entro e non oltre il giorno 25.09.2018.

Diffamazione 100Se qualcuno si sentisse calunniato, diffamato, chiamato in causa in modo improprio su quello che abbiamo scritto, basterà scrivere all’indirizzo info@balsorano.org e sarà nostra cura verificare la richiesta e se necessario procedere alla rettifica dell’articolo (entro 72 ore dalla segnalazione). In caso contrario ogni articolo manterrà la propria validità.
Edit 150 1.0Gli articoli conservano il loro contenuto originale a tempo indeterminato. Eventuali revisioni o correzioni successive vengono indicate nell’articolo. Se il numero della revisione è 1.0, l’articolo non ha subito variazioni dalla data di pubblicazione. Eventuali rettifiche, anche imposte esternamente, verranno evidenziate e commentate.
CC BY-NC-SAIl contenuto è disciplinato nei termini della licenza CC BY-NC-SA in particolare è permesso distribuire, modificare, creare opere derivate dall’originale, ma non a scopi commerciali, a condizione che venga riconosciuta la paternità dell’opera all’autore e che alla nuova opera vengano attribuite le stesse licenze dell’originale, (quindi ad ogni derivato non sarà permesso l’uso commerciale).
Copyright 100Le immagini sono prelevate da google pertanto non sappiamo se i contenuti sono legalmente concessi in licenza. Alcuni articoli sono tratti da notizie diffuse su internet da più fonti. Qualora le immagini o gli articoli siano protetti da copyright, basterà scrivere all’indirizzo info@balsorano.org e sarà nostra cura procedere alla rimozione immediata.
No profitIl sito è e resterà senza scopo di lucro per tutta la sua esistenza. La sua funzione resta quella di aggiornare la cittadinanza sulle scelte dell’amministrazione rendendoli partecipi della vita politica del paese e contribuire alla sua stessa crescita. Inoltre cercheremo di tenervi aggiornati sulle novità normative che di volta in volta vengono emanate.
errata-corrige-100Gli articoli pubblicati non sono proforma ma risultati di ricerche, analisi e valutazioni, scritti nel poco tempo a disposizione. Sicuramente non privi di errori (anche grammaticali) dovuti all’impossibilità di perfezionare quanto pubblicato in tempi rapidi. L’obiettivo resta quello di fornire informazioni veritiere in maniera totalmente gratuita.
La critica politica, se è vero che può essere di parte, è utile per “esaminare e valutare gli uomini nel loro operato e il risultato o i risultati della loro attività per scegliere, selezionare, distinguere il vero dal falso, il certo dal probabile, il bello dal meno bello o dal brutto, il buono dal cattivo o dal meno buono”. Un critico è qualcuno che da’ il meglio di sé quando qualcun’altro ha dato il proprio peggio.

Nessun Commento Presente.

Lascia un Commento