Il REI è il nuovo sussidio contro la povertà. Verrà erogato dal gennaio 2018 sulla nuova Carta Rei.

Di 27 Novembre, 2017 0 0

Il Rei andrà a sostituire il Sostegno all’inclusione attiva (SIA) e l’assegno di disoccupazione “Asdi”, diventando così lo strumento unico nazionale di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale.

Partirà dal 1° gennaio 2018, e sarà suddiviso in due parti, una con assegno mensile (che avrà un importo variabile secondo le dimensioni del nucleo familiare e altre variabili), l’altra sarà un progetto personalizzato di reinserimento sociale e lavorativo.

REQUISITI DI RESIDENZAE SOGGIORNO:

  • cittadino dell’Unione o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.
  • residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda.

REQUISITI FAMILIARI:

Il nucleo familiare deve trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:

  • presenza di un minorenne;
  • presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore o un suo tutore;
  • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l’unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica);
  • presenza di un componente che abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione.

REQUISITI DI ACCESSO ECONOMICI:

  • potranno accedere al Rei le famiglie con valore ISEE non superiore ai 6 mila euro;
  • indicatore ISR non superiore ai 3 mila euro;
  • patrimonio immobiliare, esclusa la prima casa, non superiore ai 20 mila euro;
  • e un patrimonio mobiliare non superiore a 10 mila euro;
  • per il patrimonio immobiliare la soglia si riduce a 6 mila euro per i nuclei familiari composti da una persona e a 8 mila euro per i nuclei composti da due persone.

CARTA REI:

Il sussidio verrà erogato sulla carta “REI” che andrà a sostituire l’attuale “ Carta Acquisti”, metà della somma potrà essere ritirata in contanti, l’altra metà dovrà essere spesa nei negozi convenzionati.

N.B.

Nella erogazione del reddito di inclusione sociale verrà data la precedenza alle famiglie con figli minorenni o disabili, donne in gravidanza e disoccupati con età superiore ai 55 anni.

INCOMPATIBILITA’:

Con determinati tipi di disoccupazione tra cui il “Naspi”. Anche se ad usufruirne è un altro membro del nucleo famigliare.

QUANDO E DOVE FARE DOMANDA:

Sarà possibile richiedere il reddito di inclusione sociale dal 1° dicembre 2017 presso i “punti di accesso” che verranno organizzati dai Comuni.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al Servizio 2° o al Servizio di Segretariato Sociale del Comune di BALSORANO negli orari di apertura al pubblico.

Riportiamo la notizia pubblicata nel sito dell’amministrazione comunale “Misura di contrasto alla povertà e all’inclusione sociale (ReI)

Per ulteriori dettagli potete visitare la pagina del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Nessun Commento Presente.