Pinocchia, il grillo parlante, il gatto e la volpe

Di 5 Maggio, 2020 0 0

C’era una volta una bambina di legno (tutta di legno compreso il cervello ovviamente) che ereditava un contratto dove il Gatto e la Volpe si erano impegnati a pagare 43.100×2,2x20anni in monete d’oro.

A Pinocchia arriva in aiuto il Grillo Parlante (un certo rompicoglioni che vuole dare una mano ma non per lui per i cittadini). Il Grillo Parlante gli dice che il Gatto e la Volpe la stanno ingannando perché nonostante si erano impegnati a pagare 43.100×2,2x20anni pagavano 43.000x2x20anni. Quindi con l’abaco e dopo tanta tanta fatica, Pinocchia capisce una parte del problema, quella che mancano 100€ ma non capisce quella dove mancano 0,2 e va dal Gatto e dalla Volpe a chiedere i soldi che non gli avevano versato.

Ora il Gatto e la Volpe si sentono dire da Pinocchia, “mi avete ingannato, voi mi dovete dare ancora 100×20 = ovvero 2.000 monete d’oro”.

Il Gatto e la Volpe che avevano sempre negato, dicono a Pinocchia “hai ragione” noi ti dobbiamo 2.000 monete d’oro, con il sorriso sotto i baffi, ma siamo persone oneste, ti diamo 172 mila monete d’oro, 112 mila monete ce le teniamo noi perché qualcuno ce le doveva dare e non ce le ha date, e ti diamo 20 mila monete d’oro per i prossimi 3 anni. Pinocchia aveva fatto tanta fatica a capire i 100€ figuriamoci della ripartizione, ma miracolo la capisce. Resta il fatto che Pinocchia è sicura di incassare le 172 mila monete d’oro in più rispetto a quanto scritto nel contratto. In fondo aveva chiesto 2 mila monete d’oro e non 172 mila monete d’oro.

Pinocchia è stra-felice perché è sicura di aver fatto un ottimo accordo.

Il Gatto e la Volpe propongono l’accordo a Pinocchia.

“Cara Pinocchia, noi ti diamo 172 mila monete d’oro tutte come sopra, ma devi prendere il contratto e cancellare la parte dove c’e scritto 2,2 e metterci 2,0”.

Pinocchia non capisce ancora cosa c’entra il 2,2 visto che lei aveva chiesto 100×20.

Felice come una Pasqua, accetta l’accordo ed è convinta di aver guadagnato 172 mila monete d’oro.

Poi torna il Grillo Parlante e avvisa Pinocchia dicendogli che non ha preso nulla di più di quanto c’era scritto nel contratto.

Ma Pinocchia è sicura di aver preso 172 mila monete d’oro in più.

Il Grillo Parlante tira fuori l’abaco e dice “allora rispetto al contratto devono darti ancora (0,2×43.100×20) perché invece di pagare 2,2×43.100×20 ti hanno pagato 2,0×43.000×20, a questi devi aggiungere le 100 monete per i 20 anni (la differenza tra 43100 e 43000)”.

Pinocchia però capisce ancora una volta che la differenza è solo di 100×20 ovvero tra i 43.100 e i 43.000 e non capisce che c’è anche la differenza tra 2,2 e 2,0.

Ad un certo punto il Grillo Parlante dice a Pinocchia:”Quanto fa 0,2×43.100×20?”. Pinocchia prende l’abaco e risponde 400. Poi ci ripensa e dice 4 mila. Poi ci ripensa ancora e dice 8 mila monete d’oro.

Il Grillo Parlante, sconvolto, muore d’infarto.

Morale della favola. Non lavare la testa all’asino che ci perdi tempo, acqua e sapone.

0,2×43.100×20 fa esattamente quello che gli hanno dato il Gatto e la Volpe ovvero 172 mila monete d’oro che è la parte che manca del contratto.

Il Gatto e la Volte non hanno versato una sola moneta in più rispetto a quella che dovevano versare tant’è vero che continueranno a pagare 43.100x2x20 perché Pinocchia ha cancellato il 2,2 e scritto 2.

Cioè hanno ridotto il contratto di 172 mila monete d’oro (0,2×43.100×20) e le hanno date tutte in una volta a Pinocchia che è sempre convinta che la moltiplicazione 0,2×43.100×20 fa sempre 8 mila e che quindi in tutta questa storia ci abbia guadagnato 172 mila monete d’oro.

Dimenticavo, il Gatto e la Volpe in tutto questa storia risparmieranno 17.200 monete d’oro perché nell’accordo hanno cancellato l’iva (l’accordo è omnicomprensivo) e di riflesso il Comune ci ha perso gli stessi identici soldi.

Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale.

Nessun Commento Presente.