Crescono gli acquisti online delle Amministrazioni Pubbliche

Di 21 Gennaio, 2016 0 0

Acquisti on-line 150 Continuiamo a parlare del Mepa (il mercato elettronico della pubblica amministrazione gestito da Consip per conto del ministero dell’Economia).

Nel corso del 2015 secondo il Mef (Ministero dell’Economia e delle Finanze) gli acquisti delle pubbliche amministrazioni realizzati tramite Mepa sono cresciuti del 39% rispetto al 2014. Tale crescita ha permesso un risparmio “diretto” pari a circa 150 milioni di € ottenuti grazie alla riduzione del prezzo di acquisto. Secondo il ministero questo risparmio va incrementato con ulteriori cento milioni di euro dovuto alla informatizzazione delle operazioni e alla riduzione dei tempi necessari per espletare le procedure di acquisto.

Nel Mepa sono presenti oltre 7,5 milioni di articoli messi a disposizione delle amministrazioni pubbliche per acquisti in via telematica inferiori alla soglia di rilievo comunitario (135mila euro per le Pa centrali e 209mila per le altre). A questi si aggiungono circa 4 milioni di materiale per cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo e poco meno di 1,3 milioni servizi di Ict, hardware e software. Oltre a questo sono presenti numerose altre offerte riguardanti arredi e complemento di arredi, beni e servizi per immobili.

Ad oggi il Mepa è il più grande mercato elettronico d’Europa e conta oltre 55 mila imprese registrate perla stragrande maggioranza si tratta di piccole e medie imprese.

Il fatturato nel 2015 ha superato i 2 miliardi di € contro i poco meno di 1,5 miliardi del 2014 e i 900 milioni del 2013. Inoltre il Ministero ha ribadito che ben il 75% degli acquisti sono stati effettuati dai Comuni, enti sanitari e Università. I contratti stipulati sono cresciuti a 650.000 con una crescita del 24% di cui il 25% concluso con la procedura di “richiesta di offerta” con un controvalore di 1.343 milioni di € e il restante tramite “ordini diretti” con un controvalore di circa 700 milioni di €. Infine il Ministero ha dichiarato che sono 39mila gli acquirenti che hanno acquistato almeno una volta sul Mepa.

Il livello di spesa è destinato a crescere nei prossimi mesi non appena andrà a regime il nuovo sistema semplificato con la riduzione di 34 stazioni appaltanti che andrà ad affiancare la riduzione della spesa che dovrebbe entrare in vigore nel 2017.

Diffamazione 100
Se qualcuno si sentisse calunniato, diffamato, chiamato in causa in modo improprio in ragione di quello che è stato scritto, potrà scrivere all’indirizzo info@balsorano.org e sarà cura dell’editore verificare la richiesta e se necessario procedere alla rettifica dell’articolo (entro 72 ore dalla segnalazione). In caso contrario ogni articolo manterrà la propria validità.
Edit 150 1.0
Gli articoli conservano il loro contenuto originale a tempo indeterminato. Eventuali revisioni o correzioni successive vengono indicate nell’articolo. Se il numero della revisione è 1.0, l’articolo non ha subito variazioni dalla data di pubblicazione. Eventuali rettifiche, anche imposte esternamente, verranno evidenziate e commentate.
CC BY-NC-SA
Il contenuto è disciplinato nei termini della licenza CC BY-NC-SA in particolare è permesso distribuire, modificare, creare opere derivate dall’originale, ma non a scopi commerciali, a condizione che venga riconosciuta la paternità dell’opera all’autore e che alla nuova opera vengano attribuite le stesse licenze dell’originale, (quindi ad ogni derivato non sarà permesso l’uso commerciale).
Copyright 100
Le immagini sono prelevate da google pertanto non sappiamo se i contenuti sono legalmente concessi in licenza. Alcuni articoli sono tratti da notizie diffuse su internet da più fonti. Qualora le immagini o gli articoli siano protetti da copyright, basterà scrivere all’indirizzo info@balsorano.org e sarà cura dell’editore procedere alla rimozione immediata.
No profit
Il sito è e resterà senza scopo di lucro per tutta la sua esistenza. La sua funzione resta quella di aggiornare la cittadinanza sulle scelte dell’amministrazione rendendoli partecipi della vita politica del paese e contribuire alla sua stessa crescita. Inoltre si cercherà di tenervi aggiornati sulle novità normative che di volta in volta vengono emanate.
errata-corrige-100
Gli articoli pubblicati non sono proforma ma risultati di ricerche, analisi e valutazioni, scritti nel poco tempo a disposizione. Sicuramente non privi di errori dovuti all’impossibilità di perfezionare quanto pubblicato in tempi rapidi. L’obiettivo resta quello di fornire informazioni veritiere in maniera totalmente gratuita e sufficientemente corretta.
La critica politica, se è vero che può essere di parte, è utile per “esaminare e valutare gli uomini nel loro operato e il risultato o i risultati della loro attività per scegliere, selezionare, distinguere il vero dal falso, il certo dal probabile, il bello dal meno bello o dal brutto, il buono dal cattivo o dal meno buono”. Un critico è qualcuno che da’ il meglio di sé quando qualcun’altro ha dato il proprio peggio.

Nessun Commento Presente.