In arrivo 8.215,39 € per i Centri Estivi e per le famiglie il Bonus Centri Estivi 2021

Di 5 Luglio, 2021 0 0

Durante la Conferenza Unificata straordinaria del 24 giungo 2021, è stato dato il via libera al riparto di 135 milioni del “Fondo per le politiche della famiglia” finalizzato al potenziamento delle attività comunali relative ai Centri estivi, ai Servizi socio-educativi territoriali e ai Centri con funzione educativa e ricreativa destinati ai minori (0/17 anni) nel periodo compreso tra il 1° giugno e il 31 dicembre 2021. (l’anno scorso era riservato ai bambini di età compresa tra i 3 e i 14 anni). Lo stanziamento è, altre-sì, finalizzato a contrastare la povertà educativa, al fine di recuperare il tempo perso in termini di offerta educativa e culturale.

Le risorse sono ripartite tra le Regioni in base alle percentuali del “Fondo per le Politiche della Famiglia”. Tali risorse saranno successivamente erogate a tutti i Comuni dal Dipartimento della Famiglia, tenendo conto dei dati relativi alla popolazione minorenne residente sulla base dei dati Istat relativi all’ultimo Censimento.

Gli interventi possono essere attuati dai singoli Comuni anche in collaborazione con Enti pubblici ed Enti privati, con particolare riguardo a Servizi educativi per l’Infanzia e Scuole dell’Infanzia paritarie, a Scuole paritarie di ogni ordine e grado, a Enti del Terzo Settore, a Imprese sociali e a Enti ecclesiastici e di culto dotati di personalità giuridica.

Qualora i Comuni beneficiari del finanziamento non impegnassero totalmente o parzialmente le somme attribuite entro il 31 dicembre 2021, questi sono tenuti alla restituzione dei fondi non utilizzati

Quello che emerge dalla ripartizione dei fondi è che il Comune di Civitella Roveto, storicamente più piccolo del nostro Comune, ha un numero di minori (0/17 anni) superiore al Comune di Balsorano che resta anche il comune più povero dell’intera vallata.

A questo si aggiunge il bonus centri estivi per le famiglie

La domanda per il Bonus centri estivi introdotto insieme al Bonus baby-sitting dal DL 30/2021, secondo le istruzioni fornite nel messaggio INPS numero 2433, potrà essere presentata entro la scadenza del 15 luglio 2021, per le settimane che il minore ha speso all’interno delle strutture fino al 30 giugno 2021.

La procedura dedicata è la stessa prevista per il Bonus baby-sitting che è stata rilasciata dall’INPS l’8 aprile scorso e si può spendere in tutto o in parte per l’iscrizione:

  • centri estivi;
  • centri educativi per l’infanzia;
  • servizi socio-educativi;
  • centri con funzione educativa e ricreativa;
  • servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia.

In particolare, i genitori ammessi al beneficio dovranno avvalersi delle seguenti modalità:

  • applicazione web, disponibile sul portale istituzionale www.inps.it attenendosi al percorso:
    • “Prestazioni e servizi”;
    • “Servizi”
    • “Bonus servizi di baby-sitting”, scegliendo la tipologia di domanda;
  • patronati, attraverso i servizi offerti gratuitamente.

Alla domanda per richiedere il voucher fino a 100 euro settimanali, bisognerà allegare la documentazione attestante l’iscrizione ai centri e alle strutture – ad esempio, fatture, ricevute di pagamento o di iscrizione – indicando i periodi corrispondenti che, in base della documentazione allegata, non dovranno andare oltre il 30 giugno 2021.

Articolo pubblicato da Giuseppe Pea in data 05.07.2021 alle ore 07:45 – Versione 1

Nessun Commento Presente.